Itinerario classico di Lucca - giornata intera

Per chi vuole dedicare una giornata intera a Lucca, ecco cosa propongono le nostre guide!

Al mattino possiamo fare una bella passeggiata sul tratto più bello delle mura rinascimentali, dalle quali ammirare la città dall’alto. Ecco alcune indicazioni storiche. Tratto di mura rinascimentali: sono il maggior esempio in Europa di mura costruite secondo i principi della fortificazione alla moderna che si sia conservata completamente integra in una grande città. L’attuale cerchia muraria è lunga esattamente 4 chilometri e 195 metri . I lavori hanno avuto luogo dal 1513 (data del primo documento) alla seconda metà del XVII sec. Mai utilizzata a scopo difensivo, la struttura moderna è oggi una bellissima passeggiata alberata.

Proseguiamo con la visita della Cattedrale di San Martino: ricevette il titolo di chiesa cattedrale nel VIII secolo, e vi furono poste le reliquie di San Regolo. Poi ricostruita e solennemente consacrata nel 1070. La chiesa, oggi si presenta con una facciata in stile romanico pisano, realizzata da Guidetto da Como (1204). L’interno è in stile tardo gotico e vi si trova il tempietto del Volto Santo, mèta di pellegrini sul percorso della Via Francigena.
N.B. ingresso è a pagamento: 3,00 € a persona.

Proseguiamo verso Piazza Napoleone e Palazzo Ducale: (veduta esterna) In questa zona fu costruita la vastissima Fortezza Augusta, residenza di Castruccio Castracani dove si trovava anche il suo palazzo costruito pare su disegno di Giotto. La piazza nacque nel 1806 durante la dominazione napoleonica del Principato di Lucca da parte di Elisa Bonaparte Baciocchi (a partire dal 1805 fino al 1815), sorella dell’imperatore Napoleone. Questo è il motivo per il quale venne intitolata all’imperatore francese. Con il Congresso di Vienna il Principato fu trasformato in Ducato e fu affidato al comando di Maria Luisa di Borbone-Spagna (dal 1815 al 1824) che incaricò Lorenzo Nottolini di ristrutturare i locali del Palazzo Ducale e pose al centro della piazza, al posto della statua di Napoleone, un monumento in onore della stessa Maria Luisa, scolpito da Lorenzo Bartolini (1843).

Infine ci dirigiamo verso il cuore della città, Piazza San Michele. Essa corrisponde all’antico forum della città romana, ed è tangente al decumano. Fino al 1370, Piazza S. Michele era la sede per le riunioni del Consiglio Maggiore, organo legislativo della città. La piazza è circondata da costruzioni d’epoca Medioevale facilmente riconoscibili dall’architettura con archi a tutto sesto o a sesto acuto, paramento in mattoni e finestre polifore. Vi sono inoltre imponenti palazzi medioevali e il Palazzo Pretorio (o Palazzo del Podestà) del 1492.

Chiesa di San Michele: si trova nell’omonima piazza. La chiesa fu documentata per la prima volta nel 795 con la denominazione ad foro,ma la chiesa attuale è stata eretta a partire dal 1070 per volere di papa Alessandro II e il risultato è quello di una basilica in stile gotico con motivi romanici. Ha una altissima facciata, arricchita da intarsi e sculture, molti dei quali furono restaurati nel corso dell’Ottocento. Essa è ornata con quattro ordini di logge dove spicca la grande statua di marmo dell’arcangelo Michele.

Concludiamo la visita della mattina con Piazza Cittadella e la Casa Natale di Giacomo Puccini che possiamo vedere in esterno, oppure, se volete, entrare a visitare il lungo natio del grande compositore e conoscere meglio il periodo della sua gioventù, quello che lo ha legato per sempre alla città di Lucca.

Nel pomeriggio, possiamo ripartire dalla Piazza di San Michele per esplorare la zona nord della città. Andremo quindi, attraverso le viuzze medievali, verso il Palazzo Guinigi per ammirare la Torre Guingi. Possiamo limitarci ad apprezzarla dal basso, oppure, raggiungere la cima salendo i 230 scalini. La torre è costruita in pietra e mattoni, è uno dei monumenti più rappresentativi di Lucca; la sua caratteristica principale è la presenza di alcuni lecci sulla sua sommità. Appartenne alla famiglia Guinigi, ormai padroni della città con il colpo di stato di Paolo nel 1430. Essi vollero ingentilire le loro severe dimore con una torre alberata, che divenne simbolo di rinascita, in cima al simulacro della loro signoria. Per volontà dell’ultimo discendente della famiglia, la torre alberata ed il palazzo di via Sant’Andrea passarono al Comune di Lucca. Tra le torri medievali, appartenute a famiglie private, essa è l’unica che non sia stata mozzata o abbattuta nel corso del XVI secolo- Si innalza per 44,25 metri, distinguendosi da tutti gli edifici del centro storico medievale.

Proseguiamo verso Piazza dell’Anfiteatro. Edificata sui resti dell’antico anfiteatro romano risalente al I/II secolo d.C., del quale rimangono alcuni resti di arcate sulla parte esterna, visibile percorrendo Via dell’Anfiteatro. Nel medioevo, ciò che rimase dopo le invasioni barbariche, fu sovrastato da costruzioni. Solo nell’Ottocento, per opera dell’architetto Lorenzo Nottolini, fu liberato lo spazio dell’arena dalle piccole costruzioni che vi si affollavano e fu aperta la “via dell’anfiteatro” che ne ripercorre all’esterno il profilo ellittico. Il nuovo spazio urbano fu utilizzato per il mercato cittadino (mercato delle vettovaglie). Nei paraggi, troviamo la Basilica di San Frediano: eretta nel sec. VI dal vescovo Frediano e dedicata ai tre santi diaconi: Vincenzo, Stefano e Lorenzo. Nel sec. VIII fu aperta una cripta nella quale fu deposto il corpo del vescovo Frediano, vi fu aggiunto un monastero e la chiesa fu intitolata ai Santi Frediano e Vincenzo. Il papa Pasquale II nel 1104 affidò ai canonici di S. Frediano il clero della patriarcale basilica del SS. Salvatore (S. Giovanni in Laterano). Nel XIII secolo la facciata fu arricchita di un bellissimo mosaico in stile neo-bizantino. N.B. ingresso è a pagamento: 3,00 € per turisti individuali, 2,00 € a persona per gruppi di minimo 10 pax.

Infine, saliremo sulle mura nuovamente per ammirare dall’alto il bellissimo giardino di Palazzo Pfanner e, se volete, possiamo entrare per visitare l’appartamento nobile e il giardino settecentesco.

Visite facoltative: volendo, si può aggiungere all’itinerario di cui sopra, una di queste visite a pagamento:

Palazzo e Giardini Pfanner www.palazzopfanner.it
Casa Natale Giacomo Puccini www.puccinimuseum.org/it/
(si può accedere solo con gruppi fino a 25 pax)

N.B. L’ordine di visita dei monumenti sarà a discrezione della guida in base alle necessità logistiche del gruppo, al luogo di inizio e fine dell’itinerario.

Prenota

Scopri la Toscana con le Guide Turistiche de La Giunchiglia!